STREET\ A stretto contatto…

Scattare in un autobus può diventare problematico se…come dicono gli inglesi…non si è “confident enough”…ovvero, non sia ha lo spirito giusto per mettersi in gioco in un ambiente chiuso, a stretto contatto con i soggetti, senza possibilità di “fuga”. Non che non sia normale…succede…ci sono giorni più positivi di altri quando si fotografa e lo si sente ancor di più quando si deve alzare l’asticella e andare vicino a degli estranei e ancora oggi, io sperimento sempre la paura dei giorni “no”, quando alzare la fotocamera diventa un’impresa e stai sempre due metri più indietro, troppo lontano.

ONTHEBUS4
Continua a leggere

Annunci

STREET\ At close distance…

Takin’ photos in a bus can become problematic if you are not confident enough or you don’t have the right spirit to get involved in a closed environment, in close contact with the subjects without the possibility of escape. It’s a normal behaviour …it happens…there are good days and bad days and you feel it even more when you have to raise the bar and go in close contact with strangers. Even today, i always experience fear of the bad days, when raising the camera becomes almost impossible and you’re always two feet too far.

ONTHEBUS4
Continua a leggere

STREET \ Piccoli dettagli per grandi storie

La street può anche stimolare la fantasia…anzi…deve stimolare la fantasia. Ecco perché non dev’essere limitata al ritratto di strada o alla pura documentazione di un evento…o avere solo storie ben leggibile…si può lasciare l’azione in mano a chi osserva, incuriosirlo, portarlo nel ramo della pura immaginazione.

Parlo ad esempio…di quelle foto non surreali ma che contengono piccoli particolari…e solo quelli.

Detail07

Un uomo con un ferro di cavallo in mano in mezzo alla città

Continua a leggere

STREET \ Small details for great stories

Street photography can also stimulate the imagination…MUST stimulate the imagination. That’s why it should not be limited to street portraits or pure documentation of an event…or just to stories that you can read well. As a street photographer, you can also leave the action in the hands of the beholder, intriguing and taking it to the branch of pure imagination .

For example, think about of those photos…not really surreal photos but that contain small pieces and details of a story … and only those.

Detail07

A man with a horseshoe in his hand in the middle of the city

Continua a leggere

VAREDO \ SNIA COMPLEX, NATURE VS. CONCRETE

Il punto più alto (tranne la ciminiera)

the highest point of the complex (leaving aside the chimneys)

The SNIA industrial area is like a small city inside a city and it is placed across the towns of Varedo, Limbiate and Paderno Dugnano…yes…it’s really big…abbandoned in the middle of dying grass fields, Chernobil vegetation and crap of all kind. It’s a ninety years old ecological monster, one of the biggest industrial complex on Lombardy, that gave work to thousands of people, working 24h non-stop, day and night, poisoning the earth, the air, the water and now that it’s just an old ruin, the nature is taking its revenge.

Natura contro cemento

Nature vs. concrete

Continua a leggere

VAREDO \ STABILIMENTO SNIA, NATURA CONTRO CEMENTO

Il punto più alto (tranne la ciminiera)

Il punto più alto (tranne la ciminiera)

Un paese nel paese, è questo che sembra l’area industriale ex SNIA…che sta a Varedo ma
anche a Limbiate e Paderno Dugnano giusto per dimostrare che ‘si’…è grossa…abbandonata in mezzo al nulla di campi moribondi, frasche, natura chernobiliana e rottami di varia origine. Un ecomostro vecchio stile, di quasi novant’anni, uno dei complessi industriali più grandi della Lombardia e che sfamava migliaia di bocche, lavorando incessantemente giorno e notte inquinando terra, cielo e acqua e che adesso se ne sta li, immobile e desolato mentre la natura si prende la sua rivincita.

Natura contro cemento

Natura contro cemento

Continua a leggere

MILAN \ DESIGN WEEK AND STREET

The intention was to take it easy on Sunday, with no rush from stand to stand but going around quietly in a mix between my two passions , street photography and design…both in Tortona Road, Milan, a place that I’ve always seen as the heart of “Fuorisalone” and home for penniless designers…those who bring from home their banquet and three prototypes finished the night before.

But…no.

Trains on a 24 hours-long strike on Saturday, from 9:00 PM…i was lucky because my friend from Milan called saying “Trains are on a 24 hours-long strike on Saturday, from 9:00 PM” … and buses are going on strike too… and bikes as well and my car did not want to be and i didn’t want to drive it and so i decided to do a rush at Fuorisalone on saturday, all on the run, all in the name of looking at half of the stuff and at half of the mixture of populations that for a week becomes citizien of Design City.

Via Tortona diventa un fiume di gente

During the Design Week, Tortona road is flooded by people…

Continua a leggere

MILANO \ FUORISALONE IN SALSA STREET

L’intenzione era di prendermela con calma, domenica, nessuna corsa stand per stand ma giri tranquilli in un mix tra le mie due passioni…street e design in quel di Via Tortona che ho sempre visto come il cuore del Fuorisalone e patria dei designer squattrinati…quelli che portano il loro banchetto da casa e tre prototipi finiti la notte prima.

E invece no.

Treni in sciopero dalle 21 di Sabato per 24 ore…sono anche fortunato perchè mi chiama da Milano la mia amica “Treni in sciopero dalle 21 si Sabato per 24 ore” mi dice…e anche pullman in sciopero…e biciclette pure e la mia macchina non aveva voglia di essere guidata ne io di guidarla quindi nulla, tutto di Sabato, tutto di corsa, tutto all’insegna del buttare un occhio su giusto metà della roba e su metà di quel miscuglio di popolazioni che per una settimana diventa cittadina di Design City.

Via Tortona diventa un fiume di gente

Via Tortona diventa un fiume di gente…

Continua a leggere